Now Reading
#madeinfood incontra il ristorante “da GEMMA”: un gioiello made in Italy immerso nell’isola di Capri

#madeinfood incontra il ristorante “da GEMMA”: un gioiello made in Italy immerso nell’isola di Capri

Carissimi foodlovers e appassionati di cucina italiana, eccoci con una nuova puntata di #madeinfood alla ricerca della tradizione e del gusto! Da Napoli ci siamo spostati a Capri, l’isola dalle belle emozioni.

Non vi nascondo che era la mia prima volta qui, nonostante sia l’isola “made in Italy” per eccellenza, in cui è possibile incontrare turisti, isolani, celebrità che amano vivere l’atmosfera caprese della night life e della buona cucina, così come l’incanto delle spiagge e dei panorami che solo un’ isola come questa sa dare.

Il primo giorno sono stata ospite di uno dei lidi più in ed apprezzati di Capri, “le Ondine”, e a pranzo ho potuto godere della splendida vista sul golfo di Napoli mangiando al ristorante “da GEMMA”. Ed è qui che ho incontrato la sua proprietaria, una donna di grande classe ed eleganza.

Gemma, grazie per averci dedicato un po’ del tuo tempo, è un piacere e un onore per noi poterti intervistare.

Partiamo dalle origini. So che il ristorante “da GEMMA” ha una lunga tradizione tutta made in Italy. Come nasce e chi ha portato avanti questo progetto?

Nasce da mia nonna Gemma nel 1939, in pieno centro storico a Capri. Qualche anno fa ho deciso di far rivivere quel nome  (che poi non a caso è anche il mio) e portarlo avanti nel solco della tradizione familiare che è fatta di buona cucina e di arte dell’ospitalità.

Dal 2017 vi siete trasferiti qui a Marina Grande diventando un tutt’uno con lo storico lido “le Ondine”, una location bellissima dalla tipica atmosfera mediterranea, con vista a tutto respiro sul golfo di Napoli. Come mai questa decisione e come nasce lo storico Beach Club? 

Nasce in epoca ancora precedente al ristorante, grazie a mio nonno paterno, Danilo Rocchi. Innamoratosi di Italia, Danilo le dedica lo stabilimento accostandola alle magiche ninfe marine, “le Ondine”. Anche qui nel segno della continuità, ho deciso di continuare a far vivere questi luogo per me del cuore, dove ho tanti ricordi di infanzia e dove vorrei che la mia storia familiare non finisse mai.

Dopo la storia, veniamo alla filosofia del ristorante. Ho potuto constatare personalmente che nella location c’è molto di Gemma: eleganza, ricercatezza, stile, professionalità. Qual è, per usare un’espressione letteraria, il leitmotiv del tuo locale?

“La tradizione al meglio” è il nostro motto. Semplici ma con eleganza,  nel segno della tradizione familiare e mediterranea.

Anche nei piatti ho potuto riscontrare la stessa ricercatezza e cura dei dettagli, oltre ad essere davvero buoni e prelibati. Che tipo di cucina offrite e quanta tradizione c’è nella vostra ars culinaria?

La nostra è una cucina fatta di sapori semplici, ma con un tocco gourmet, dato dalla consulenza dello chef stellato Peppe Guida, che ogni anno , insieme al nostro resident chef Michele Paribello, mette a punto un menù ad hoc.

Quali sono i piatti maggiormente richiesti e amati dai tuoi clienti?

Lo spaghetto Gemma (fatto con tre tipi di pomodorini diversi , il caprese, il ciliegino ed il pomodorino giallo) gnocchi cacio e pepe, linguine crostacei e lime, grigliata di pesce, baccalà fritto all’acqua pazza…

Il lido ha due aree ristoro differenti, ristorante e lounge bar. Che tipo di servizi offre il lounge bar e cosa è possibile gustare mentre godiamo della vista mozzafiato in riva al mare?

C’è innovazione e ricerca anche per il lato bar con gustosissimi snack e freschissimi cocktail. Una vasta selezione di centrifugati, smoothie,  drink oltre a spezzafame saporiti e leggeri come il panino con mazzancolle, salsa al cognac, lattuga o l’hamburger di tonno e maionese al limone e pepe.

See Also
Elisa Egger Venezia

Non possiamo non far riferimento a un argomento di estrema attualità. Come ha modificato la vita del lido il Covid19 e secondo te che tipo di misure si dovrebbero adottare per supportare maggiormente il mondo dell’imprenditoria e della ristorazione?

Ha modificato senz’altro i numeri e la provenienza della nostra clientela, che ora è per oltre il 70 per cento italiana. Come proposte, a parte un’attenzione maggiore agli stagionali e alle misure di welfare aziendale che prevedano detassazioni, per lo stabilimento in particolare avevo pensato a delle “isole galleggianti ” che consentano di prendere il sole, rilassarsi e mantenere il distanziamento direttamente in acqua! 

Di solito mi piace concludere con una domanda personale. Questa è tra passato e futuro. Gemma, ad occhio esterno, è una donna realizzata, cordiale, piacevole e determinata. Se dovessi guadarti indietro, quanto c’è della tua storia e delle tue radici in quello che sei diventata oggi? E cosa auguri al ristorante “da GEMMA” per il futuro? 

C’è tantissimo della mia famiglia , il ricordo di mia nonna, ma soprattutto il supporto di mio marito Alessandro Cataldo. Spero che il ristorante ed il lido continuino a contraddistinguersi per l’accoglienza e la qualità delle materie prime e dei servizi …magari un giorno mi piacerebbe vedere le mie figlie al mio posto. 

Grazie Gemma, non vedo l’ora di tornare a respirare la tipica atmosfera accogliente e frizzante del tuo locale, tutta caprese!

per info sul ristorante “da GEMMA”: https://www.dagemma.com/it/

  • Se siete dei ristoratori e siete interessati ad un’intervista e a raccontare la vostra storia scrivete a [email protected]
  • Per advertising e banner permanenti sulla nostra rivista delle vostre attività, scrivete a [email protected]
  • Per tutti i lettori: follow my instagram serenigna88, aggiornamenti costanti sugli articoli e tante iniziative!
What's Your Reaction?
Excited
2
Happy
2
In Love
3
View Comments (0)

Leave a Reply

© 2019 Wonderyou International Magazine - Tutti i diritti riservati. | Privacy  
Concept: Le Salon de la Mode  | Coding - Design: Luca Di Carlo

Translate »
error: Contenuto Protetto!!