Now Reading
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf

Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf

Gabriella Chiarappa
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf
View Gallery
Siria Ballini, a 12 anni è già una grande promessa del Golf

Parliamo di Golf e di quante volte questo sport in passato sia stato sempre associato esclusivamente a delle figure maschili, bene oggi vi confermo a chiare note che il Golf è sempre più al femminile.

Oggi vediamo questo splendido sport sempre più “rosa”.

In realtà, a ribaltare questa visione ci pensa Golf è DONNAun progetto con cui la Federazione Italiana Golf, in partnership con Susan G. Komen Italia, associazione che da oltre 20 anni è attiva in prima linea nella lotta ai tumori al seno, e con il patrocinio di CONI e R&A, dà inizio a un nuovo percorso.

L’obiettivo è far crescere il numero delle giocatrici (25% dei tesserati nel 2018 in Italia; un dato che posiziona la nostra nazione in linea con la media europea e addirittura sopra gli Stati Uniti che si fermano al 24%), con una serie di iniziative studiate appositamente per il mondo femminile da sviluppare nei Golf Club Punti ROSA.

Del resto non dimentichiamo i numerosi successi delle giovani promesse della Nazionale Italiana Dilettanti Femminile e le Nazionali Baby Under 12, tra i vari nomi che si sono distinti quest’anno ricordiamo la giovane promessa veronese Siria Ballini.

Siria ha decisamente tutte le carte in regola per diventare una grande campionessa, estremamente precisa è cresciuta nel Golf Club Paradiso del Garda e ha cominciato a mettersi in mostra fin da piccolissima. Attualmente si allena al Golf Club di Verona, a seguirla con estrema dedizione e attenzione il maestro Federico Malossini.

Il Golf è decisamente il futuro di Siria che ci esprime il suo grande desiderio,  ”Per il momento è vincere i nazionali under 12. Per il futuro mi piacerebbe firmare autografi (ho già la firma pronta!) sui capellini e sulle palline dei bimbi. Ovviamente LPGA TOUR e giacca verde. ”

Tutto questo mostra chiaramente che il numero dei golfisti donne è in forte aumento, come è evidente l’ascesa della giovanissima Siria Ballini, alla quale auguriamo un radioso futuro pieno di grandi soddisfazioni.

 

considerando anche tra  nomi che brillano

ma anche Diana Luna, prima proette italiana ad aver disputato la Solheim Cup (la Ryder Cup femminile) e allenatrice della Squadra Nazionale Professionisti e le giovani azzurre Alessandra Fanali, atleta dell’Arizona University e tesserata per il Marco Simone Golf & Country Club e Francesca Fiorellini, tesserata per l’Olgiata Golf Club.

 

Con questo trucco sarà molto facile piegare un lenzuolo con gli angoli…
Non avrai più problemi a stipare nell’armadio un lenzuolo con gli angoli!
Sponsorizzato da Consigli e Trucchi

 

Il progetto Golf è DONNA, nella sua fase pilota, coinvolgerà 15 circoli da nord a sud (l’elenco è disponibile su www.federgolf.it) riconosciuti come Punti ROSA che ospiteranno iniziative ed eventi di promozione tutti al femminile.

Dalle gare su 9 buche, all’intrattenimento per i bambini, passando per la preparazione atletica, la cura del corpo e il benessere psico-fisico fino agli incontri medico-divulgativi; tutte le attività studiate per le donne puntano a far vivere un’esperienza golfistica a 360 gradi.

E siccome il binomio sport e prevenzione è sempre più vincente, Golf è DONNA si svilupperà anche attraverso la partnership tra FIG e Susan G. Komen Italia. L’iniziativa “Golf for the Cure”, si propone infatti di raccogliere fondi per l’Associazione, promuovendo uno stile di vita corretto all’insegna dello sport e in particolare del golf.

I benefici del golf

Il golf è uno sport completo, non così costoso come si può pensare (ma neanche tra i più economici se si vuole fare sul serio), che ha anche parecchi benefici per il fisico e la mente.

Ritenuta erroneamente da molti un’attività motoria statica, di conseguenza adatta solo alle persone di una certa età, il golf è al contrario da considerarsi uno sport a tutti gli effetti.

Giocare a golf significa camminare per ore in mezzo alla natura, alternando verdissimi campi perfettamente rasati (fairway), a rough, dove tutta l’erba è alta, folta e non curata, a laghetti e depressioni sabbiose (bunkers), con grande beneficio per l’apparato cardiorespiratorio, e applicare la tecnica del cosiddetto swing, ovvero il complesso movimento che si compie con la mazza per mandare la palla in buca.

Ciò richiede una buona tecnica, coordinazione, flessibilità e forza per colpire e lanciare a grandi distanze (anche a 600 metri) con la massima precisione possibile. Un allenamento, quindi, sia aerobico, quando si compie il percorso, che anaerobico, nel momento in cui si esegue il colpo per mandare la pallina verso la buca.

Molto utilizzato poi nella preparazione – e importante per evitare infortuni – è lo stretching, poiché l’elasticità è una delle qualità motorie fondamentali in questo sport.

E particolare rilevanza ha anche la componente mentale, tant’è che molti giocatori praticano yoga, per coniugare nel migliore dei modi mente e corpo, gesto atletico, concentrazione e strategia di gioco.

Inoltre, come sottolinea il Professor Riccardo Masetti, Presidente Susan G.Komen Italia, «Sono numerosi gli studi e le ricerche scientifiche che testimoniano gli effetti positivi del golf sulla salute delle persone.

I ricercatori dell’University of Edinburgh e dell’University College of London nel marzo 2018 hanno riassunto oltre 300 studi svolti in 24 paesi diversi con una pubblicazione sul British Journal of Sports Medicine per avere un quadro completo dei benefici che il gioco del golf ha sul corpo umano.

I più importanti sono legati al fatto che questo sport aiuta a prevenire e curare oltre 40 malattie croniche (dal diabete al cancro),  favorendo un effetto positivo anche sul metabolismo, migliorando i livelli di benessere e autostima.

Non solo: è consigliato per la riabilitazione psicologica in seguito a danni fisici permanenti o dopo periodi di forte stress e malattie come un tumore del seno, è indicato come strumento di inclusione sociale grazie al carattere socializzante e aggregativo, perfeziona la resistenza e la funzionalità muscolare e protegge dalle patologie cardiovascolari, perché incide positivamente sui livelli di lipidi, di insulina e di glucosio nel sangue e sulla composizione corporea».

Se abbiamo fatto venire voglia anche a voi di preparare mazze, sacca, palle, guanti, scarpe chiodate, tee…

Sfogliate la gallery qui sopra con gli accessori must have e una serie di proposte per programmare la prossima

Writer:
Gabriella Chiarappa

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
0
In Love
0
View Comments (0)

Leave a Reply

© 2019 Wonderyou International Magazine - Tutti i diritti riservati. | Privacy | Concept & Design Luca Di Carlo

Scroll To Top
Translate »
error: Contenuto Protetto!!